I falsi miti sul passaggio al cloud e la suite Office 365

 

Per quanto passare a soluzioni informatiche in cloud sia ampiamente diffuso, ancora oggi occorre far capire perché conviene e soprattutto sfatare i falsi miti. La maggior parte delle aziende ha bisogno di innovazione ed efficienza e di porre l’accento sul risparmio dei costi, tutti elementi sempre più importanti per il successo della propria attività. Se analizziamo il comparto informatico è evidente che l’infrastruttura deve essere snella, flessibile e problem solving, permettendo alla vostra azienda di svolgere scorrevolmente il lavoro senza incidenti tecnici. Il cloud computing si pone come soluzione e viene in aiuto non solo dei problemi organizzativi ICT ma interviene proprio sull’efficienza lavorativa.

Nello specifico analizziamo la suite Office 365 smascherando i falsi miti e comprendendo come sfruttare al massimo i vantaggi del cloud.

6 miti sul passaggio al cloud

1. Migrare nel cloud è troppo complesso e complicato

In realtà

 Ogni “trasloco”, ancorché se parliamo di migliaia di file, può portare a pensare il personale IT che l’impresa sia laboriosa e disagevole. Nella realtà Office 365 può essere operativo in tempi molto brevi. È supportato da informazioni e suggerimenti sulle configurazioni del firewall, i requisiti del proxy, le opzioni di identità degli utenti, le varie possibilità di migrazione e un approccio progressivo alle configurazioni ibride. Inoltre nell’Admin Help Center trovi informazioni su come impostare Office 365 e suggerimenti per un utilizzo globale ed entusiasmante.

2. Mantenere i dati in locale nella sede aziendale è più sicuro rispetto a salvarli nel cloud

In realtà

Con Office 365 la sicurezza e l’operatività sono due principi cardine. L’up time operativo è del 99,9% con copertura finanziaria (se l’operatività mensile risulta inferiore al 99,9% viene compensato con il cliente attraverso i crediti di servizio), e per tutelare l’alto livello di protezione di Office 365, il team dedicato alla sicurezza Microsoft utilizza processi specifici che coinvolgono il ciclo di vita, la limitazione del traffico, l’individuazione e l’attenuazione delle violazioni. L’approccio è basato su misure di difesa profonde fornendo controlli di sicurezza fisica, a livello logico, dei dati, controlli utente e amministrativi tutti volti a prevenire, rilevare e ridurre i rischi per le aziende.

3. I dati nel cloud possono essere rubati, spiati, letti dagli enti pubblici e ne perdi il controllo

In realtà

Certo il cloud è di Microsoft, ma i dati sono i tuoi dati. Rimangono in tutto e per tutto di proprietà della tua azienda, Microsoft si occupa solo di custodirli o di elaborarli per fornire i servizi che hai acquistato. Ecco perché il team IT della tua azienda gestisce l'accesso, imposta i diritti e le restrizioni e fornisce l'accesso ai diversi apparati. È la tua azienda a rimanere l'unico proprietario conservandone diritti e titolo e, se decidi di lasciare il servizio, i dati li puoi portare dove vuoi.

Qual è l’approccio riguardo privacy, conformità e trasparenza?

 

  • I tuoi dati non vengono usati per scopi pubblicitari
  • Disponi di una intera gamma di controlli per la privacy
  • Puoi trasferire i tuoi dati dove e quando vuoi
  • Sai sempre in quali data center sono i tuoi dati
  • Il team Microsoft analizza tutti gli eventi di servizio e li condivide con la tua azienda
  • Il personale dei data center Microsoft non ha mai accesso ai tuoi dati
  • I dati di una organizzazione non potranno mai essere mischiati con quelli di un’altra
  • Se un ente pubblico richiede l’accesso ai dati di un cliente, Microsoft reindirizza la richiesta al cliente ogni volta che è possibile
  • Microsoft è il primo provider di servizi cloud ad aver adottato il primo standard internazionale del mondo per la privacy nel cloud

4. devi trasferire tutti i dati sul cloud

In realtà

La tua azienda può intraprendere un percorso personalizzato e differente quando decide di passare al cloud, stabilendo da quale carico di lavoro iniziare, ad esempio dalla posta elettronica, come proseguire e in quali tempi.
Il cloud ibrido crea una piattaforma uniforme che semplifica l'IT e fornisce app e dati agli utenti concretamente su qualsiasi dispositivo e da qualsiasi luogo. Ti permette il controllo per fornire la potenza di calcolo e le funzionalità richieste dalla tua attività. E in base alle tue esigenze puoi scalare le risorse verso l’alto o verso il basso garantendo una effettiva flessibilità.

5. Office 365 è solo online

In realtà

Office 365 ti consente di lavorare online e offline.

Office 365 è un servizio in abbonamento basato sul cloud che racchiude i migliori strumenti per una metodologia di lavoro all’avanguardia. Con i differenti piani di Office 365 puoi installare le app più utilizzate come Outlook, Word, Excel e PowerPoint sui tuoi dispositivi, siano essi PC o Mac, tablet o smartphone, lavorare offline quando vuoi ed averli sempre aggiornati all'ultima versione, sempre con te. Grazie alla combinazione di app avanzate come Excel e Outlook con potenti servizi cloud come OneDrive e Microsoft Teams, Office 365 ti consente di creare, modificare, e condividere contenuti con chiunque, quando e dove vuoi. Ad esempio puoi utilizzare OneDrive per archiviare i documenti e al prossimo accesso ad internet, tutti i documenti che hai modificato offline saranno aggiornati automaticamente.

6. Gli aggiornamenti continui possono gravare sull’uptime dei servizi

In realtà

Con Office 365 la tua azienda non dovrà più occuparsi degli aggiornamenti, questo con un conseguente abbassamento di costi e aumento del tempo a disposizione. Gli aggiornamenti software, per implementi o correzioni, vengono rilasciati automaticamente senza causare disservizi. Inoltre Microsoft è impegnata a mantenere dove possibile la compatibilità con gli strumenti che usi ogni giorno. Collabora con i principali fornitori di software, fornendo loro l’accesso anticipato alle applicazioni Office 365 e munendo gli interlocutori di guide e best practice per lo sviluppo degli aggiornamenti. Offre lo stesso standard mondiale di applicazioni desktop, inclusi Word, Excel e PowerPoint per garantire la massima compatibilità tra le versioni. 

Conclusione

In definitiva il passaggio al cloud permette alla tua azienda di utilizzare concretamente servizi evoluti che migliorano la produttività dei dipendenti, riducono la complessità e i tempi di manutenzione del’ICT, aumentano la sicurezza dei dati archiviati e riducono notevolmente i costi. Tanto per dare un dato meramente economico, con meno di 10 € al mese hai a disposizione la suite di Office 365 anche in modalità desktop su 5 PC (o Mac), 5 tablet e 5 smartphone. Stiamo parlando di una competitività economica senza pari


regitaly.it

Via Filadelfia 200 | 10137 Torino

+39-388.0478233

    Ottieni gli aggiornamenti e le offerte sottoscrivendo la nostra newsletter.
    Inserendo la tua mail acconsenti al trattamento dei dati. Leggi la nostra privacy policy.