Come scegliere un nome a dominio utile e incisivo

 

Che la tua attività sia nuova o che tu stia prendendo in esame il “rebranding” di un prodotto o servizio, scegliere il dominio utile e incisivo per la tua identità aziendale non è cosa facile. Da dove iniziare? Quale estensione di dominio scegliere? Deve includere parole chiave? Non esiste una regola precisa ma alcune linee guida che sono un fondamento per scegliere il nome giusto.

Cos’è un dominio?

È composto da più livelli separati da un punto e i livelli si contano da destra verso sinistra. Il dominio di primo livello rappresenta l’estensione e può essere ccTLD (country code top level domain) ossia domini che identificano una nazione, ad esempio il .IT per l’Italia o il .FR per la Francia e via discorrendo.
Poi ci sono i gTLD (generic top level domain) decisamente quelli più utilizzati e più comuni, anche perché sono i più vecchi, come ad esempio il .COM o il .NET e infine gli sTLD (sponsored top level domain) dove la specificità dei nomi rappresenta al meglio il settore di attività. E la disponibilità dei nomi a dominio di primo livello è veramente ampia, parliamo di centinaia di estensioni tra cui sbizzarrirti e trovare il nome giusto. Poi c’è il dominio di secondo livello, che è quello che rappresenta la tua azienda, il tuo marchio, la tua idea. Esempio “regitaly.it”.
E poi c’è ancora il dominio di terzo livello che è l’ultimo a sinistra e raffigura nella stragrande maggioranza dei casi genericamente il world wide web, ossia www. ma viene utilizzato anche per definire un settore specifico di una azienda come ad esempio l’e-commerce utilizzando ad esempio shop.regitaly.it oppure il supporto o la guida online usando support. o forum.regitaly.it

Come scegliere un nome a dominio efficace?

È quel nome che esprime il tuo progetto, la tua idea, le tue finalità. E soprattutto deve piacerti, devi sentire che ti appartiene.

Iniziamo l’elenco:

 

  • Deve essere corto e diretto
  • Deve essere semplice da pronunciare
  • Deve essere facile da leggere
  • Deve essere facile da scrivere (elimina i trattini e le doppie vocali!)
  • Deve rimanere nella memoria di chi lo legge
  • Non deve generare confusione… e qui apriamo un libro

Prima di decidere il nome della tua azienda o con quale nuova identità il tuo prodotto o servizio verrà immesso sul mercato, assicurati che il nome a dominio sia libero, verifica la disponiblità. Scoprire dopo aver fatto un investimento in denaro e tempo che qualche altra azienda ha registrato proprio il nome che hai scelto, ti fa partire in salita e può essere economicamente molto dannoso. Quindi scegli prima di tutto il nome del tuo dominio! Hai tantissime estensioni a tua disposizione capaci di esprimere e rafforzare la tua idea di attività o il tuo marchio. Quando lo hai identificato, controlla la disponibilità sui social media. Accertati che il nome della tua azienda o del tuo marchio siano disponibili su Twitter, Instagram, Facebook, YouTube e su tutti i social che prevedi di utilizzare.

Lavora anche sui domini potenzialmente dannosi. Se qualcuno registra e associa al tuo nome a dominio un vocabolo diffamatorio o di prodotti e/o servizi che ti danneggiano, potresti trovarti a spendere tempo e soldi per risolvere il problema. Meglio acquisirli prima per pochi euro ed eliminare la rogna a monte. Prendi in esame anche gli errori di ortografia o le ortografie alternative e assicurati di acquisire anche le estensioni più comuni del tuo dominio come il .com e il .net.

Evita nomi a dominio che possano generare confusione con i potenziali concorrenti. In alcuni settori le piccole imprese hanno spesso nomi simili e questo può rendere difficile la differenziazione da altre società analoga alla tua. In ogni caso è opportuno cambiare nome ed evitare di lottare contro siti web consolidati e posizionati.

Da non dimenticare! Imposta tutti i domini sul rinnovo automatico. Accade più spesso di quanto tu possa immaginare. Hai acquistato i domini che volevi e poi ti dimentichi di rinnovarli, il risultato è che quando ti svegli dal torpore un concorrente ha acquisito il tuo nome e adesso sfrutta il nome con il suo sito, la sua azienda, i suoi prodotti, i suoi servizi.

Quali strategie di denominazione usare?

Usa la tua posizione. Non è insolito che le piccole imprese servano una specifica area geografica, e questo può essere il punto di partenza per scegliere il nome e definire la zona geografica dei servizi o lo stato o la regione di origine.

Usa il tuo nome. Molte grandi imprese hanno nel nome aziendale, e quindi nel dominio, l’omonimo dei fondatori, ad esempio la Disney creata nel 1923 da Walt Disney, la Ford fondata da Henry Ford nel 1903 o la Hewlett-Packard – comunemente HP - fondata nel 1939 da Bill Hewlett e David Packard.

Inventa qualcosa di completamente nuovo. Un suono piacevole da pronunciare, una abbreviazione, un acronimo o una crasi facile da ricordare. Ad esempio Lego, coniata nel 1934 dall’unione delle parole danesi “leg godt” la cui traduzione significa “gioca bene” che incarnano perfettamente la filosofia dell’azienda. Fra l’altro uno dei vantaggi di inventare un nuovo nome è che puoi trovare un suono orecchiabile, breve e sicuramente libero in molte estensioni.

Conclusioni

Scegliere un nome a dominio incisivo, riconoscibile, capace di trasmettere la tua idea è molto importante. Sarà presente in ogni tua azione di marketing, online e offline, veicolato da biglietti da visita, logo, estensione delle tue caselle email e ovviamente il nome della tua azienda, prodotto o servizio.

Se vuoi parlarne per avere un semplice consiglio o una consulenza mirata, scrivici. Siamo a tua disposizione!


regitaly.it

Via Filadelfia 200 | 10137 Torino

+39-388.0478233

    Ottieni gli aggiornamenti e le offerte sottoscrivendo la nostra newsletter.
    Inserendo la tua mail acconsenti al trattamento dei dati. Leggi la nostra privacy policy.